scale bologna

SCALE ELICOIDALI BOLOGNA


bologna scale elicoidali in cemento armato prefabbricate certificate CE


SCALE ELICOIDALI BOLOGNA

Scala circolare di forma elicoidale in cemento armato (brev. dep.) composta da singoli elementi prefabbricati assemblati in opera comprendenti in un unico blocco: alzata, pedata con o senza toro, sottorampa a cassettone, parte laterale esterna chiusa da fascione parabordo e fulcro interno non costituito da colonna ma da sistema autoportante con andamento a torciglione spiralato.

- CERTIFICATO DI COLLAUDO STATICO
- SCALA ANTISISMICA
- BREVETTO DEPOSITATO

DESCRIZIONE DEL MANUFATTO SCALA ELICOIDALE
Trattasi di scala ad andamento elicoidale formata dalla sovrapposizione di elementi prefabbricati in calcestruzzo armato collegati da barre in acciaio ad aderenza migliorata. Ciascun elemento viene prodotto mediante getto in calcestruzzo su cassaforma metallica. I materiali impiegati sono:
- Calcestruzzo: classe di resistenza C32/40 (R = Nmm2)
- Acciaio per cemento armato B 450 conforme al D.M. 14.01.2008
Ciascun elemento della scala può ritenersi costituito da tre diverse parti:
1) Il corpo centrale a torciglione dotata di un foro per l’alloggiamento della armatura verticale.
2) Il corpo gradino costituito da una pedata a pianta trapezoidale.
3) Il fascione verticale esterno, a sezione rettangolare, con due scanalature per l’alloggiamento delle armatura di bordo.
Ciascuna delle tre parti è dotata di armature di confezione. Una volta posti in opera, i singoli elementi verranno collegati mediante le già citate armature verticali e di bordo posizionate rispettivamente nel foro del nervo interno e nelle scanalature del fascione verticale esterno. Nel primo caso si procederà alla sigillatura mediante l’impiego di malta reoplastica fluida di ritiro; nel secondo si impiegherà una malta dotata di alta adesione sia al calcestruzzo che all’acciaio, espansiva o a ritiro compensato. Il sistema consente il necessario ancoraggio, alla base ed in sommità, alle strutture dell’organismo nel quale la scala viene inserita, siano esse costituite da muri, cordoli, travi o parti di fondazione. Tali ancoraggi potranno essere realizzati mediante l’impiego di resine da inserire su opportuni fori nei quali verranno alloggiati i ferri di armatura della scala o saldando gli stessi alle strutture dell’edificio nel caso queste siano costituite da membrature di acciaio. Alla partenza e all’arrivo il manufatto verrà saldamente ancorato alle strutture dell’edificio, pertanto tali strutture dovranno essere in grado di sopportare le azioni trasmesse dalla scala. Il progettista strutturale ed il direttore dei Lavori delle strutture, ciascuno per quanto di loro competenza, dovranno valutare se le strutture dell’edificio sono idonee a svolgere tale funzione.
Materiali utilizzati:
CALCESTRUZZO: calcestruzzo a prestazione GARANTITA, in accordo alla UNI EN 206-1, per strutture di elevazione all’esterno di edifici in classe di esposizione XC3 (UNI 11104), Rck 40 N/mm2, classe di consistenza S4/S5 o slump di riferimento 230 +- 30 mm Dmax 16mm CI 0.2
- Calcestruzzo a prestazione garantita (UNI EN 206-1)
- Classe di esposizione ambientale XC3
- Rapporto a/c max: 0,50
- Classe di resistenza a compressione minima: (C(32/40)
- Controllo di accettazione: Tipo A
- Dosaggio minimo di cemento: 320 Kg/m3
- Aria intrappolata: max 2,5%
- Diametro massimo dell’aggregato: 8 mm.
- Classe di contenuto di cloruri del calcestruzzo: C1 0.2
- Classe di consistenza al getto S4/S5 o slamp di riferimento 160/230 mm.
- Volume di acqua di bleeding (UNI 7122): < 0.1%
INGREDIENTI UTILIZZATI PER IL CONFEZIONAMENTO DEL CONGLOMERATO
- Acqua di impasto conforme alla UNI-EN 1008
- Additivo superfluidificante conforme ai prospetti 3.1 e 3.2 o superfluidificante ritardante conforme ai prospetti 11.1 e 11.2 della norma UNI-EN 934-2.
- Additivo ritardante (eventuale solo per getti in climi molto caldi) conforme al prospetto 2 della UNI-EN 934-2
- Aggregati provvisti di marcatura CE conformi alle norme UNI-EN 12620 e 8520-2. Assenza di minerali nocivi o potenzialmente reattivi agli alcali (UNI-EN 932-3 e UNI 8520/2) o in alternativa aggregati con espansioni su prismi di malta, valutare con la prova accellerata e/o con la prova a lungo termine in accordo alla metodologia prevista dalla UNI 8520-22, inferiori ai valori massimi riportati nel prospetto 6 della UNI 8520 parte 2.
- Cemento conforme alla norma UNI-EN 197-1
- Ceneri volanti e fumi di silice conformi rispettivamente alla norma UNI-EN 450 e UNI-EN 13263 parte 1 e 2
STRUTTURA
- Copriferro minimo: 25 mm.
- Scassero oppure durata minima della maturazione umida da effettuarsi mediante ricoprimento della superficie non casserata con geotessile bagnato ogni 24 ore o con altro metodo di protezione equivalente: 7 giorni
- Acciaio da cemento armato. È ammesso esclusivamente l’impiego di acciai saldabili qualificati secondo le procedure descritte nelle Norme Tecniche per le Costruzioni 11.3.1.2 e controllati con le modalità riportate nel 11.3.2.11
- In tutte le parti in calcestruzzo del manufatto a progetto verranno impiegate barre e reti di armatura ACCIAI B450 C.
- Per l’accertamento delle proprietà meccaniche vale quanto indicato nella norma UNI EN ISO 15630-1:2004


scala elicoidale con gradini in legno bologna

scala elicoidale in cemento armato bologna

bologna scala elicoidale con gradini senza alzata

bologna scala elicoidale con gradini in mosaico

bologna scala elicoidale in cemento armato prefabbricata


bologna scale prodotti | azienda | servizi | progetto scale | contatti | sitemaps | © Copyright 2002-2014 MODA EDILE face book scale bologna moda edile scale bologna twitter moda edile

richiesta preventivo scale bologna